Sotto il tuo Manto. Un mese con Maria: “Rosa dei venti”
1 aprile 2015
Giovedì Santo 2015 – “Come Mosè innalzò il serpente nel deserto…”
2 aprile 2015
Mostra tutto

Celebrazioni del Triduo: entrare nel mistero della Pasqua.

Il cuore di tutto l’anno liturgico è rappresentato dal Triduo Pasquale. In realtà non si tratta di un triduo temporale, poiché in esso si commemorano gli eventi che ne compongono il mistero: la passione, la sepoltura e la risurrezione del Signore.

Tutti e tre gli eventi sono anticipati da due liturgie estremamente evocative e cariche di significato spirituale: la Messa crismale del giovedì mattina e la cosiddetta Messa in Coena Domini.

Qual è il significato di questi eventi liturgici, che rappresentano il senso più profondo di tutto il mistero dell’uomo-Dio Gesù Cristo? Anzitutto, nella Messa crismale, prima della benedizione degli olii che serviranno per impartire i sacramenti, vi è un momento al quale devi partecipare con grande attenzione e raccoglimento: il vescovo chiede ai sacerdoti che formano il presbiterio diocesano di rinnovare le loro promesse sacerdotali. È un momento carico di emozione: i ministri di Dio, nelle mani e per mezzo del loro vescovo, rinnovano ancora una volta la scelta di rinunciare a se stessi per donarsi totalmente a Dio e ai fratelli, sull’esempio di Gesù Cristo.

Proprio questo evento ti permette di entrare misticamente nel cenacolo, nella Messa del pomeriggio: in essa si commemora il momento culminante della vita di Gesù, quando egli offre il pane e il vino come sacrificio e segno della sua vita spezzata per amore.

L’adorazione che segue questa liturgia ci permette di fermarci a riflettere su questo amore di Gesù per noi; proprio quest’adorazione ci introduce nel grande giorno della croce, il Venerdì Santo.

È un giorno davvero particolare, in cui la Chiesa ripropone dei riti antichissimi che servono a farci entrare nel mistero della morte del Figlio di Dio.

È il giorno in cui siamo invitato a unirci al dolore e alla morte di Gesù, che muore per la salvezza di tutta l’umanità.

Il sabato è il giorno del grande silenzio: è il giorno in cui la Chiesa si unisce alla Madonna, in attesa dell’alba gloriosa della risurrezione. Segiamo anche tu questo cammino di umiliazione e di morte, per godere della stessa gloria di Gesù.

 

CELEBRAZIONI TRIDUO E SANTA PASQUA

Giovedì Santo
18.00: S.Messa in Coena Domini
22.30: Adorazione Eucaristica Comunitaria
23.30: Visita alle chiese

Venerdì Santo
16.30: Solenne Adorazione della Croce
18.30: Processione cittadina

Sabato Santo
21.30: Veglia pasquale

Santa Pasqua
Orario messe: 7.30/9.00/11.00/19.00