Gesù Cristo sul monte anticipa la sua gloria
12 marzo 2017
Gesù disse al cieco: “Tu credi nel Figlio dell’uomo?”
26 marzo 2017
Mostra tutto

Cristo ci dà l’acqua viva che soddisfa la nostra sete

Il Battesimo domina la preparazione quaresimale alla Pasqua. L’episodio della sete del popolo eletto nel deserto (I Lettura), soccorso da Dio attraverso Mosè, ci orienta verso l’acqua sacramentale del Battesimo. Il racconto della donna samaritana (Vangelo) ci aiuta a comprendere la pedagogia di Gesù. La conversazione parte dalla sete di Gesù che chiede acqua alla donna, per arrivare all’acqua che egli offre. Il dono dell’acqua è un simbolo che indica la rivelazione he Gesù fa di se stesso. Anci Gesù stesso è l’acqua viva. Per questo Gesù dice alla donna: “Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: dammi da bere…”. Più avanti Gesù si manifesterà alla donna: “Sono io (= il Messia) che parlo con te”. La donna risponderà con la sua fede e molti Samaritani crederanno in Gesù. Nel Battesimo nasciamo a Dio dall’acqua e dallo Spirito Santo, mediante la grazia e i doni che ci fanno salvi per l’amore che Cristo ci ha dimostrato morendo per noi (II Lettura). Ciò esige una crescita spirituale armoniosa e progressiva, senza la quale il Battesimo resta come una annotazione nel registro parrocchiale.

Orlando Zambello, ssp