Giuseppe, uomo giusto, custodisce puro il suo cuore. Novena a san Giuseppe – 1° giorno
10 marzo 2015
“Gesù portò i nostri peccati sul legno della croce!” – 3° Martedì di Taizè: La Morte
11 marzo 2015
Mostra tutto

Giuseppe è chiamato da Dio. Novena a san Giuseppe – 2° giorno

Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa; senza che egli la conoscesse, ella diede alla luce un figlio ed egli lo chiamò Gesù. (Mt 1, 24-25)

«In queste parole è già racchiusa la missione che Dio affida a Giuseppe, quella di essere custos, custode. Custode di chi? Di Maria e di Gesù; ma è una custodia che si estende poi alla Chiesa […] Come esercita Giuseppe questa custodia? Con discrezione, con umiltà, nel silenzio, ma con una presenza costante e una fedeltà totale, anche quando non comprende. Dal matrimonio con Maria fino all’episodio di Gesù dodicenne nel Tempio di Gerusalemme, accompagna con premura e tutto l’amore ogni momento. È accanto a Maria sua sposa nei momenti sereni e in quelli difficili della vita, nel viaggio a Betlemme per il censimento e nelle ore trepidanti e gioiose del parto; nel momento drammatico della fuga in Egitto e nella ricerca affannosa del figlio al Tempio; e poi nella quotidianità della casa di Nazaret, nel laboratorio dove ha insegnato il mestiere a Gesù.»

(Papa Francesco, Omelia, s. Messa di inizio del Pontificato, 19 marzo 2013)

 

(Segue Novena a san Giuseppe, scaricabile in pdf)

San Giuseppe, custode di Gesù e Maria, prega per noi.