“Non c’è in Lui bellezza, non c’è in Lui splendore” – 2° Martedì di Taizè: La Passione

Sotto il tuo Manto. Un mese con Maria: “Avvocata nostra”
1 marzo 2015
La Via Crucis: diamo spazio a questa devozione antica.
6 marzo 2015
Mostra tutto

“Non c’è in Lui bellezza, non c’è in Lui splendore” – 2° Martedì di Taizè: La Passione

Cado ai tuoi piedi, Signore, per adorarti:
ti rendo grazie, Dio di bontà;
t’imploro, Dio di santità.
Piego le ginocchia davanti a te.

Tu ami gli uomini e io ti lodo, o Cristo,
Figlio unico e Signore di tutte le cose,
che solo sei senza peccato:
hai voluto subire la morte per me peccatore,
la morte di croce.
E mi hai liberato dai lacci del male.

Cosa darò in cambio della tua bontà?

Gloria a te, amico degli uomini!
Gloria a te, misericordioso!
Gloria a te, generoso!
Gloria a te, che assolvi i peccati!
Gloria a te, che sei venuto a salvarci!

Gloria a te, che hai preso carne dalla Vergine!
Gloria a te, che fosti legato!
Gloria a te, che fosti schernito!
Gloria a te, che fosti inchiodato alla croce!

Gloria a te, che fosti resuscitato!
Gloria a te, che fosti annunciato agli uomini,
e in te essi hanno creduto!
Gloria a te, che sei salito al cielo!
Gloria a te, che sei seduto alla destra del Padre,
e con Lui ritornerai insieme agli angeli santi
a giudicare chi ha disprezzato la tua Passione.

In quell’ora,
la tua mano mi ripari sotto le tue ali,
e io possa glorificarti, cantando:
Gloria a colui che si è degnato di salvare
il peccatore con la sua misericordiosa bontà.