Assunzione al cielo di Maria Santissima
15 agosto 2016
Santa Rosa da Lima
23 agosto 2016
Mostra tutto

San Rocco Terziario francescano, Pellegrino e Taumaturgo

Intorno ai 20 anni di età Rocco (1350-1380) rimane orfano e decide di seguire Cristo fino in fondo: dona tutti i suoi beni, si affilia al Terz’ordine francescano e, indossato l’abito del pellegrino, fa voto di recarsi a Roma a pregare sulla tomba degli apostoli. Bastone, mantello, cappello, borraccia e conchiglia sono i suoi ornamenti; la preghiera e la carità la sua forza; Gesù Cristo il suo gaudio e la sua santità. Arrivato ad Acquapendente la trova flagellata dalla peste e si mette ad assistere i malati e a compiere miracoli di guarigione con il segno della croce. Viene colpito dall’epidemia e si allontana dalla città rifugiandosi in un bosco vicino Sarmato. Qui un cane lo trova e lo salva dalla morte per fame portandogli ogni giorno un tozzo di pane, finché il suo ricco padrone seguendolo scopre il rifugio del Santo. Il Dio potente e misericordioso non permette che il giovane pellegrino muoia di peste, perché deve curare e lenire le sofferenze del suo popolo. Intanto diviene famoso in tutti i posti dove passa e guarisce. Tutti raccontano del giovane pellegrino che porta la carità di Cristo e la potenza miracolosa di Dio.